Corriere Valsesiano > Attualità > Varallo: “liberi di leggere” in biblioteca venerdì 1° febbraio riparte il progetto
Attualità Varallo -

Varallo: “liberi di leggere” in biblioteca venerdì 1° febbraio riparte il progetto

Terminata la mostra «Libri in libertà»

Terminata la mostra «Libri in libertà», organizzata e gestita dalle volontarie del Centro Libri Punto d’Incontro, che attraverso scelte attente e mirate, volte a selezionare la migliore editoria per bambini e ragazzi, hanno creato in Ludoteca un suggestivo allestimento, accogliendo molte classi di studenti varallesi per far scoprire, amare e apprezzare i libri, riparte il progetto «Liberi di leggere».
Grazie al prezioso aiuto delle «volontarie della lettura»: Anna Tosi, Maria Chiara Gruccione, Mimma De Leo, riprendono gli incontri di lettura in Ludoteca: appuntamento venerdì 1 febbraio alle 17, per trascorrere un’ora insieme e: «Navigare in un mare di parole», come hanno scritto alcuni bambini ai quali era stato chiesto di sintetizzare il senso del leggere insieme ad alta voce.
Si può leggere dappertutto: un libro è un compagno silenzioso, sempre pronto ad aprirsi, in grado di portare lontano, di far pensare, un amico per i momenti di solitudine. La biblioteca è il luogo ideale per leggere in quanto conserva un ricco patrimonio librario diversificato per rispondere a interessi o aspirazioni e possiede la Ludoteca, un ambiente progettato proprio per accogliere i bambini, fin dall’età prescolare. Leggere in mezzo ai libri è un’esperienza unica e coinvolgente.
Il progetto« Liberi di leggere» era stato ideato dall’allora dirigente scolastico Giovanna Rizzolo, che aveva raccolto un gruppo di docenti animati da una solida passione per il ruolo di educatori, consapevoli del grande valore educativo della lettura e della importanza di sviluppare una proficua collaborazione con la biblioteca, considerata come una importante risorsa del nostro territorio, ricca di potenzialità e in grado di offrire preziose opportunità di diffusione di cultura, di saperi, curiosità e abilità. La nuova attività era stata apprezzata e negli anni sono state coinvolte nuove persone, alcune delle quali si sono formate attraverso i corsi organizzati dal Coordinamento Nati per Leggere in Valsesia, di cui fa parte anche la biblioteca di Varallo, dimostrando come l’amore per i libri e la lettura sia proprio contagioso. Mimma De Leo, oltre che essere insegnante, è anche la rappresentante degli istituti scolastici varallesi in seno al Consiglio di Biblioteca.
L’augurio è che l’insegnante di Francese Ester Bassoli, possa nuovamente partecipare agli incontri per trasmettere ai bambini anche il piacere di esprimersi in una lingua straniera, trasformando l’apprendimento in un piacevole gioco.
Coloro che intendessero partecipare alle letture potranno presentarsi direttamente in Ludoteca il venerdì pomeriggio, dopo la scuola, a partire dalle ore 16,30 e prendere parte gratuitamente alle attività del Laboratorio, che prevedono anche momenti di gioco.
Come affettuosa guida a questo nuovo anno tutto da leggere è stato scelto uno scrittore amatissimo dai bambini, Roald Dahl, che è stato anche un ottimo scrittore per adulti, creando lettori affezionati, speriamo di poter davvero riuscire a concretizzare la sua frase: «Se riesci a far innamorare i bambini di un libro, o due, o tre, cominceranno a pensare che leggere è un divertimento. Così forse da grandi diventeranno dei lettori. E leggere è uno dei piaceri e uno degli strumenti più grandi della nostra Vita».
Se nuovi lettori volessero mettersi in gioco si potrebbero proporre letture animate anche al sabato mattina o in altri giorni della settimana, e, qualora ci fosse l’interesse, si potrebbe anche creare un salotto di lettura per scambiarsi libri e opinioni e magari gustare insieme una tazza di tè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
Domenica 20 gennaio la comunità di Morondo ha festeggiato il...