Corriere Valsesiano > Spettacoli > Cultura > Una versione “fiorita” della celebre parete Gaudenziana
Cultura, Spettacoli Varallo -

Una versione “fiorita” della celebre parete Gaudenziana

Ad opera di Pietro Bondetti

Pietro Bondetti, architetto, impegnato nell’Amministrazione Comunale della Città di Varallo come Vice Sindaco e Assessore con delega all’Industria – Commercio – Patrimonio – Polizia comunale, dai tempi del Liceo e del Politecnico ama dipingere ed in particolare creare dei biglietti d’auguri personalizzati, che invia ad amici e conoscenti.

Questi singolari cartoncini dipinti con colori acrilici, raffiguranti alberi e fiori stilizzati, sono realizzati con uno stile molto personale, che spazia tra il naif e l’iper- realistico. La natura è la principale fonte di ispirazione per far nascere elaborazioni rigorose, che, partendo da geometrie elaborate in cui il colore saturo colma le forme tracciate con segni precisi, si evolvono in composizioni artistiche.

L’amore per Varallo, e per l’arte gaudenziana in particolare, ha portato Bondetti a creare con i suoi cartoncini un insieme che formalmente si richiama alla Parete di Santa Maria delle Grazie, con venti riquadri che racchiudono quello centrale più grande. Le varianti dello stesso soggetto si inseriscono in modo armonioso, giungendo alla sintesi del vaso di fiori centrale, un omaggio “fiorito” al Maestro Gaudenzio Ferrari.

Bondetti ha donato alla Biblioteca di Varallo quattro dei suoi cartoncini, incastonati in un fondo color indaco e, forse, accetterà di fare una mostra, per far conoscere questa sua valenza artistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
Venerdì 8 febbraio, al secondo incontro di “Liberi di leggere”,...