Corriere Valsesiano > Spettacoli > Cultura > Serravalle: a giugno tornerà il Palio degli asini
Cultura, Spettacoli Serravalle -

Serravalle: a giugno tornerà il Palio degli asini

Fissata il 23 giugno la data di svolgimento della manifestazione

Ci eravamo lasciati un paio di settimane fa con la notizia di un Comitato dei rioni che ripartiva con nuove energie rimettendo in moto la macchina organizzativa del Palio. E con l’annuncio che martedì 29 gennaio si sarebbero tutti ritrovati nuovamente per iniziare la fase operativa della programmazione.
Riprendiamo, dunque, proprio dagli ultimi sviluppi. Innanzitutto la riorganizzazione del Comitato, composto ora da sette persone, grazie all’ingresso di tre nuovi membri, uno dei quali, Emanuela Carmellino, ha assunto il ruolo di presidente. A suo fianco, il vice Tonino Ragazzi, il cassiere Marco Delmastro Mussa, il segretario Salvatore Lanno, il vice segretario Carlotta Spadola e i consiglieri Paolo Sofia e Maurizio La Sala. Il nuovo Consiglio si avvarrà anche dell’appoggio esterno di Gustavo Ferrara, che da sempre segue la manifestazione e ne conosce a fondo la storia.
«Partiamo con grande entusiasmo e voglia di fare» dice Carmellino; «Non intendiamo stravolgere nulla ma proseguire all’insegna della continuità, nel rispetto di quello che è stato fatto finora. Quello che cercheremo sarà di coinvolgere tutti, una collaborazione dunque a 360°, perché il Palio è dei serravallesi, di tutta Serravalle, e va fatto tutti insieme».
Già fissata anche la data della corsa degli asini: domenica 23 giugno. E a contendersi il drappo, realizzato anche quest’anno da Athos Fecchio, saranno tutti gli otto rioni in cui è suddiviso il paese. Contrariamente a quanto avevano inizialmente annunciato, infatti, Lupo e Civetta – che corrispondono rispettivamente alle frazioni di Vintebbio e Bornate – parteciperanno alla corsa. E così anche Grifone e Scoiattolo che si erano presi del tempo per decidere.
«L’idea» prosegue il presidente «è di organizzare una tre giorni dedicata al Palio. Quindi partire già il venerdì, il 21, proponendo la consueta benedizione che vorremmo fare in piazza Libertà, magari seguita dagli aperitivi (a questo proposito dobbiamo però ancora sentire bene la Pro Loco); sabato sera, il 22, sarà dato spazio alla consueta sfilata con i costumi storici e il 23, appunto, alla corsa che sarà preceduta da un mini corteo con i rappresentanti dei vari rioni. Questo il programma di massima, lo svilupperemo meglio nelle prossime settimane, quando stileremo anche un dettagliato calendario di tutti gli eventi che ci vedranno protagonisti. E’ infatti intenzione del Comitato organizzare anche altri eventi per raccogliere fondi da destinare alla manifestazione, così da non contare soltanto sui contributi esterni ma di camminare anche con le nostre gambe».
Quanto invece agli spettacoli teatrali che abitualmente facevano da cornice all’iniziativa, saliranno in scena soltanto gli attori del Grillo e della Civetta.

Quello che conta, per, è che dopo un anno di stop, la macchina organizzativa del Palio si sia rimessa in moto: «Durante la riunione» conclude Carmellino «si è respirata davvero una bella atmosfera, C’è motivazione, voglia di fare insieme e questo è sicuramente un buon punto di partenza che testimonia la volontà di restituire al paese il suo evento più caratteristico. Ho parlato anche con il Sindaco, e pure da parte dell’Amministrazione c’è piena disponibilità a collaborare e a sostenerci. Dunque… si parte».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
I Carabinieri della Stazione di Borgosesia hanno denunciato un 42enne...