Corriere Valsesiano > Attualità > Sempre più al servizio degli utenti la biblioteca di Varallo
Attualità Varallo -

Sempre più al servizio degli utenti la biblioteca di Varallo

Il patrimonio bibliografico è già disponibile in rete

La Biblioteca “Farinone-Centa” di Varallo sta orientandosi sempre di più verso gli Utenti, offrendo servizi individualizzati. Il patrimonio bibliografico già disponibile in rete permette di scegliere i libri da casa, “gironzolando” virtualmente tra le migliaia di volumi catalogati.

Gli studenti in questa ultima parte dell’anno scolastico si ritrovano in Sala Studio per completare ricerche e tesine.

I più piccoli si recano in Ludoteca: si sono conclusi con successo gli incontri del venerdì pomeriggio di “Liberi di leggere”, gestiti dalle volontarie Domenica De Leo, Anna Tosi, Chiara Guccione, Patrizia Fittabile, ma viene mantenuta l’apertura della Ludoteca al sabato mattina dalle 10 alle 12, affidata a Rosita Pagani e Giovanni Castellino.

Martedì 8 maggio si sono recati in Ludoteca i bambini di quattro anni della Scuola d’Infanzia di Borgosesia, accompagnati dalle Insegnanti Magalì Farinoli, Annamaria Vecchione, Raffaella Parisi, Maria Grazia Cappa Bianchi: quindici bambini appartenenti a molte nazionalità e culture, con i quali le Insegnanti costruiscono pazientemente un difficile progetto di integrazione, cercando di far apprendere le regole del vivere insieme, premessa per poi arrivare a scuola pronti a imparare. I bambini erano vivaci ed interessati al percorso guidato intorno a Palazzo Racchetti, per scoprire cose insolite e poi, al rientro in Biblioteca, hanno ascoltato la lettura di racconti legati ai libri e alla carta, partecipando attivamente.

Il giovedì mattina sono tornati i bimbi del Michey’s House di Crevola per le letture in Ludoteca, incentrate sulla Festa della Mamma, ed il rinnovo dei prestiti librari.

Lunedì 13 maggio hanno fatto tappa in biblioteca le classi terze delle scuole medie dell’I.C. Dante Alighieri di Opera (MI), che per il terzo anno consecutivo, si sono recati a Varallo per conoscere e ripercorrere la storia dei partigiani, dopo aver approfondito in classe la storia della Resistenza. I ragazzi sono stati accompagnati da Bruno Rastelli, Presidente Provinciale dell’ANPI, varallese, figlio di Pietro Rastelli, comandante dell’84 Brigata Garibaldi “Strisciante Musati”, che il 25 aprile era stato intervistato da RAI Radio Tre nell’ambito della rubrica Prima Pagina. E’ stato sottolineato come la Valsesia nel 1972 abbia avuto la medaglia d’oro al Valor Militare con la motivazione: “Ribelle alla occupazione nazifascista, la Valsesia combatteva durante 20 mesi la dura guerra partigiana per la liberazione nazionale per la sua ribellione”. I ragazzi e i loro insegnanti hanno visitato la sede dell’ANPI, nel Palazzotto Centa e la Biblioteca, oltre al centro storico, che fu teatro di scontri, descritti nel volume recentemente ristampato di Enzo Barbano, “Il paese in rosso e nero. Diario 1943 – 45” che, ragazzino di dodici anni, quindi adolescente come i ragazzi in visita, visse quei terribili giorni.

Venerdì 17 maggio arriveranno in Ludoteca i bimbi della Scuola d’Infanzia Negroni di Novara per un mini percorso nel centro storico e letture in Ludoteca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
L’Orchestra di Fiati Città di Borgosesia domenica 19 maggio sarà...