Corriere Valsesiano > Attualità > Piatti ecologici per la Pro loco pratese
Attualità Bassa Valle -

Piatti ecologici per la Pro loco pratese

Il nuovo prodotto verrà consegnato a tutte le oltre settanta pro loco provinciali

Il 15 febbraio scorso, nel municipio di Prato, Giuseppe Fabiano e Stefano Raso, di Unpli Novara, hanno consegnato al presidente Pro loco Marco Desilani e all’associazione un centinaio di piatti in Mater-Bi prodotti da Novamont. Erano presenti anche il sindaco Luca Manuelli, il vice sindaco Alberto Boraso, e il consigliere regionale Luca Bona.
«L’Unpli, nel distribuire, il nuovo materiale ha fatto tappa anche a Prato da noi» spiega il presidente Desilani «per consegnare questa campionatura di piatti e incentivare così l’uso dei prodotti ecologici durante le feste. Già l’anno scorso come associazione ci eravamo informati, e ora va bene, pensiamo di usare queste nuove stoviglie visto che durante le feste e le manifestazione, si è sempre fatto un grande uso di stoviglie in plastica. Logicamente ci saranno costi più elevati rispetto a quello per la plastica, però se questo serve per ridurre l’inquinamento, ben venga, cercheremo di fare questo sforzo anche noi e ci adegueremo».
La Pro loco di Castelletto Ticino è stata la prima a ricevere il nuovo prodotto.
Entro il 2021 il consumo di oggetti in plastica monouso sarà vietato in tutta l’Unione Europea. In previsione di questo cambiamento epocale il presidente di Novara dell’Unione Nazionale Pro loco d’Italia, Massimo Zanetta, ha tenuto a Borgomanero a fine gennaio un importante incontro con lo scopo di organizzare un progetto di «rottamazione della plastica» insieme alle Pro loco, e pianificare altre iniziative nella provincia di Novara e in Piemonte. Un progetto importante, che richiede il lavoro e l’impegno di tutti. Quella sera erano presenti il presidente della Provincia, Federico Binatti, il consigliere regionale Luca Bona e altri esponenti del sodalizio.
Unpli Novara ha dunque ideato il progetto «Zeroplastica», che consentirà l’utilizzo di stoviglie in Mater-Bi di origine vegetale biodegradabile e compostabile al 100%. Una soluzione ecologica e innovativa per sagre e manifestazioni che vengono organizzate dalle Pro loco, per eliminare l’inquinamento da stoviglie monouso in plastica. Il nuovo prodotto verrà consegnato a tutte le oltre settanta pro loco provinciali.
«Siamo ai primi passi di questa iniziativa» osserva il presidente Unpli Novara Massimo Zanetta «come associazione abbiamo sposato questo progetto per l’abolizione della plastica perché ci siamo resi conto che nel mondo delle Pro loco come in quello del volontariato si fa un enorme uso di piatti, bicchieri e posate in plastica; l’incontro con la Novamont – leader europea per la ricerca, e azienda che abbiamo l’orgoglio di avere in provincia di Novara, è stato positivo. Il discorso del prezzo che sembrerebbe più alto, può essere sormontato se si considera il grosso numero di stoviglie che si consumerebbero già solo in provincia di Novara; ma anche nei comuni per le manifestazioni, che adeguandosi potrebbero guadagnare in immagine».
Con l’appoggio di Province e Regione e di chi smaltisce i rifiuti, il progetto prosegue, prevedendo per il nuovo materiale biodegradabile lo smaltimento nell’umido.
«Il progetto non è così semplice da attuare, tuttavia ci crediamo molto e ci dovremo attrezzare, tra l’altro di appositi sacchi per la raccolta; insomma il progetto si sta evolvendo e promosso da Unpli Piemonte andrà a raggiungere anche le otto province piemontesi. Per il 2021 desideriamo che le nostre associazioni siano in regola».
Si tratta di un forte segnale di senso civico, responsabilità e lungimiranza quello dell’Unpli Novara e, «per dimostrare la nostra buona volontà» conclude Zanetta «abbiamo acquistato 8 mila piatti per distribuirli alle nostre Pro loco a titolo promozionale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
"Quando si vede sfilare in piazza un carro o una...