Corriere Valsesiano > Attualità > La Società Valsesiana di Cultura si prepara a entrare nel Terzo Settore
Attualità Borgosesia -

La Società Valsesiana di Cultura si prepara a entrare nel Terzo Settore

Domenica 23 giugno si è tenuta l’assemblea straordinaria

Domenica 23 giugno al Centro Studi Turcotti di Borgosesia, la Società Valsesiana di Cultura si è riunita nell’assemblea straordinaria. Con la quale, secondo la riforma, si è preparata a entrare nel Terzo Settore (ETS), quello cioè delle associazioni di volontariato che si sta attuando, non senza difficoltà.
E’ stato infatti approvato lo statuto con le modifiche richieste dalle nuove normative: d’ora in poi la denominazione sarà Società Valsesiana di Cultura ODV (Organizzazione Di Volontariato) e, nei prossimi mesi, si predisporranno le operazioni necessarie richieste dalla legislazione.
I soci hanno deciso la riduzione dei membri del Consiglio direttivo dai 15 attuali a un numero flessibile (da 9 a 13) lasciando all’assemblea ordinaria il compito di precisarne il numero, quest’anno fissato a 11 consiglieri.
Non saranno più previsti i revisori dei conti, sostituiti da un organo di controllo eventuale, mentre continueranno a essere presenti tre probiviri; non saranno più previste categorie diversificate di soci (sostenitori e onorari), così come non saranno più contemplate tra gli iscritti le associazioni o enti pubblici come i Comuni o le biblioteche e archivi, ai quali però saranno ancora donati i volumi della rivista «de Valle Sicida».
E’ seguita poi l’assemblea ordinaria durante la quale la presidente Donata Minonzio ha presentato il programma svolto nel corso del 2018: una considerevole serie di iniziative, da conferenze a visite a mostre e a opere del territorio valsesiano, senza dimenticare i viaggi. In particolare la ricerca incentrata sul Teatro Sociale di Borgosesia ha trovato la sua conclusione, nel 2018, sulla rivista «de Valle Sicida» 2017, mentre un volume monografico, curato da Enrica Ballarè, dedicato a Costantino Gilodi, architetto e ingegnere borgosesiano, attivo a Torino e in Valsesia, è stato pubblicato in collaborazione con il Centro Studi Piemontesi. Dopo l’approvazione del bilancio la presidente, alla fine del suo mandato, ha rivolto un ringraziamento al Consiglio nella convinzione dell’importanza di un lavoro collegiale che ha visto una partecipazione diversificata in base alle diverse competenze e al tempo messi a disposizione della Società.
E’ stato poi approvato il Bilancio e si è quindi proceduto alle votazioni del nuovo Consiglio e dei probiviri, dopo aver fissato a 11 il numero dei consiglieri dei prossimi tre anni.
Sono risultati eletti consiglieri: Enrica Ballarè, Massimo Bonola, Sabrina Contini, Adriana Dattrino, Silvia Franchi Valier, Donata Minonzio, Donatella Mossello Rizzio, Sandra Muzio Zuccoli, Maria Grazia Passino Cappellaro, Teresa Perino Bocchio, Carlo Raiteri, mentre Carlo Alberto Prosino, Marinella Mazzone Turcotti e Mario Remogna svolgeranno la funzione di probiviri.
E’ seguita la presentazione del nuovo numero miscellaneo del «de Valle» (2018) e con una bozza del programma delle attività, previste per l’estate e l’autunno, si è conclusa la riunione. La visita guidata di Donata Minonzio alla chiesa parrocchiale di Borgosesia, gentilmente aperta fuori orario da don Ezio, è stata apprezzata dai presenti ed è stata l’occasione per riflettere sulla necessità di approfondirne lo studio e la valorizzazione: sarebbe davvero un progetto che la Società Valsesiana di Cultura con l’aiuto di altri supporti, potrebbe mettere in cantiere. Un momento conviviale ha concluso la giornata. Dalla presidente, un grazie ai presenti che con la loro partecipazione hanno condiviso un momento importante per la Società, rinunciando a un pomeriggio di svago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
Da poco più di un mese la casa editrice Arcana...