Corriere Valsesiano > Attualità > Il «grazie» di Angelo Dago agli elettori
Attualità Borgosesia -

Il «grazie» di Angelo Dago agli elettori

"In Regione porterò le istanze di questa terra per riportare indietro i risultati che mi sono prefisso"

Angelo Dago, neoeletto al Consiglio regionale, ha diffuso una nota di ringraziamento agli elettori per la fiducia espressagli: «A tutti loro, che mi hanno dimostrato di credere in me e di riporre nella mia candidatura grande affidamento, voglio garantire che la loro stima mi ha sostenuto durante la campagna elettorale e oggi mi è di grande stimolo per il lavoro che mi aspetta in Regione, dove porterò le istanze di questa terra per riportare indietro i risultati che mi sono prefisso».
Ricordando il lavoro trentennale al servizio del territorio valsesiano come amministratore pubblico e la militanza nella Lega sin dalla fondazione del partito, Dago ricorda la vicinanza – ricambiata – della gente e si dice orgoglioso di essere ancora «un punto di riferimento per i valsesiani, come loro lo sono per me». Dando uno sguardo all’«unificazione politica» della Valsesia, il neoconsigliere evidenzia la minore complessità di operare, dato il «dialogo aperto e collaborativo con tutti i Sindaci della Valle»: «con comunanza di intenti, potremo ottenere il massimo in termini di attenzione e crescita per il nostro territorio».
Un territorio, quello valsesiano evercellese, da lui percorso in lungo e in largo durante la campagna elettorale: 6270 km fatti di incontri, prese di contatto con tantissime realtà. Ai tanti che gli hanno manifestato apprezzamento e dato concreto sostegno, il rimellese fa una promessa: «lavorerò al loro servizio ed al servizio di tutto il territorio per restituire l’affetto che mi hanno dimostrato […] è una grande soddisfazione pensare che quasi 4500 persone, dalla Valsesia al Vercellese, mi abbiano scelto per essere rappresentati nel Governo della Regione ed è nel contempo una grande responsabilità, che sento intensamente e che onorerò senza risparmiare energie».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
Anche per quest’estate l’associazione Wild ha messo a punto un...