Corriere Valsesiano > Attualità > «Cena per un piatto di riso»: più di cento commensali
Attualità Varallo -

«Cena per un piatto di riso»: più di cento commensali

Organizzata dal Gruppo Bangladesh della Parrocchia di Varallo

Molto partecipata, con oltre cento commensali, la «Cena per un piatto di riso» organizzata dal Gruppo Bangladesh della Parrocchia di Varallo e tenutasi venerdì 29 marzo al Centro Giovanile di Sottoriva.
La presidente, Rita Moretti, ha salutato e ringraziato tutti gli intervenuti, sottolineando come quest’anno l’ormai tradizionale iniziativa sia stata accolta anche da famiglie con bambini, il che è segno di fiducia e premessa per la continuità dell’opera umanitaria iniziata più di cinquant’anni fa da don Ercole Scolari e fin qui sostenuta dalla cittadinanza varallese e valsesiana.
La presidente ha dato lettura dei saluti e ringraziamenti di padre Gianni Zanchi, attuale direttore del Centro missionario di Dinajpur, e ha poi rivolto un caloroso benvenuto a padre Quirico Martinelli, che per tanti anni ha diretto il Centro stesso e che, trovandosi ora a Lecco. sua terra d’origine, ha accolto con piacere l’invito a partecipare alla serata. Il prevosto don Roberto, nella preghiera di apertura, ha messo in evidenza lo spirito evangelico dell’iniziativa che, in questo periodo quaresimale, avvicina la nostra gente ai giovani bisognosi del Bengala, anche nel modo concreto di consumare il cibo che per loro costituisce il fondamentale alimento quotidiano: il piatto di riso «alla bengalese».
Don Roberto ha inoltre auspicato che l’opera di solidarietà a favore del Centro di Dinajpur possa proseguire e ampliarsi nel tempo, diventando un obiettivo comune dell’UPM 24, l’Unità Pastorale Missionaria di recente costituzione che comprende le Parrocchie da Quarona all’Alta Valsesia. Padre Quirico ha espresso la sua grande soddisfazione per ritrovarsi ancora una volta a Varallo e per constatare come non sia mai venuto meno quel legame di amicizia e di reciproca fiducia che già si era instaurato ai tempi di don Ercole; poi, com’è sempre stata sua abitudine, ha intrattenuto i partecipanti con la consegna di ricordini bengalesi e con alcuni spiritosi giochi di prestigio, che hanno molto divertito i bambini. Infine il sindaco Eraldo Botta, che da anni sostiene il Gruppo Bangladesh e che ha pure visitato il Centro di Dinajpur, ha espresso a sua volta il compiacimento per un’opera che ormai caratterizza la città di Varallo sotto il profilo umanitario nei confronti dei popoli in via di sviluppo.
Gli organizzatori ringraziano i partecipanti e quanti hanno offerto la loro collaborazione per la buona riuscita dell’iniziativa, compresi i giovani dell’Oratorio sotto la guida di don Graziano. Un particolare ringraziamento viene poi rivolto alle ditte per l’offerta di generi alimentari e di aiuto professionale nella preparazione della cena: Conad di via Brigate Garibaldi, Paglino s.a.s. di Brera Mauro & C., Panificio F.lli Magistrini, Ristorante Delzanno, a Varallo; Caseificio di Piode; Pianeta Ortofrutta di Peraldi, a Borgosesia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
Appuntamento nella sala consiliare del Comune di Borgosesia, oggi,  sabato...