Corriere Valsesiano > Attualità > Agenzia delle Entrate: operativa la sede all’ex ospedale di Borgosesia
Attualità Borgosesia -

Agenzia delle Entrate: operativa la sede all’ex ospedale di Borgosesia

Lunedì 10 giugno l’Agenzia ha traslocato nei nuovissimi uffici di piazzale Lora

Qualche giorno dopo il previsto, ma lunedì 10 giugno l’Agenzia delle Entrate ha traslocato nei nuovissimi uffici di piazzale Lora, in quello che per decenni è stato l’Ospedale di Borgosesia. Gli uffici si estendono lungo 250 metri al piano rialzato, rinnovati nelle strutture e negli impianti, tinteggiati a colori chiari e arredati in stile moderno e gradevole e si articolano in un grande locale per il front-office e diversi uffici interni, oltre a un archivio e altri locali di servizio.

«La realizzazione di questi spazi» spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Fabrizio Bonaccio «è in linea con quanto previsto dal nostro programma elettorale: da un lato abbiamo avviato la riqualificazione del vecchio ospedale, che proseguirà, e dall’altro abbiamo conservato un servizio importante non solo per la città ma per tutta la Valsesia: sempre più Borgosesia si propone come capoluogo dell’intero territorio, e la presenza di questo tipo di servizi è fondamentale per i cittadini di tutta la Valle, che non corrono più il rischio di dover far riferimento alla lontana Vercelli per questi adempimenti burocratici».
I locali si trovano nell’ala est dello stabile e sono stati riqualificati sulla base del progetto dell’ing. Vancetti: i lavori, che hanno richiesto un investimento di 725mila euro da parte del Comune, sono terminati già da qualche settimana e ora, dopo i tempi tecnici richiesti per il trasloco del materiale e del personale, l’Ade è operativa a tutti gli effetti nella nuova sede.
Altri lavori sono previsti nell’ala ovest: «Abbiamo incaricato lo studio di progettazione dell’ing. Ezio Raffredi» aggiunge Bonaccio «per l’intervento di ristrutturazione su altri 250 mq dello stesso edificio, che saranno destinati all’INPS. Non appena saranno pronte tutte le autorizzazioni, pubblicheremo il bando di gara e poi anche questo intervento potrà iniziare».

«Abbiamo sostenuto un investimento considerevole» commenta il sindaco Tiramani «ma siamo consapevoli che solo mantenendo i servizi sul territorio potremo combattere la tendenza allo spopolamento, dovuta anche a una politica che tende ad accentrare i servizi nei capoluoghi di provincia o addirittura nel capoluogo regionale, spingendo le persone ad allontanarsi dalle valli. Questo, in Valsesia, non deve succedere e noi ci impegneremo in collaborazione con tutti i Sindaci di questo territorio, ormai uniti da una comune linea politica, a far sì che la Valle non solo non perda abitanti ma possa anzi crescere in termini economici, in modo da attrarre nuovi residenti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
La gita sociale del Circolo ACLI di Gattinara, in collaborazione...